• Stampa
Articolo tratto da L'Arena del 14 Aprile 2010
 
TREGNAGO. Ambito riconoscimento in Trentino per la compagnia teatrale di Cogollo


La Nogara ha vinto il premio Cofas



Concorrenti per caso, vincitori per merito. La compagnia teatrale La Nogara, di Cogollo, ha vinto in trentino il premio Cofas (Compagnie filodrammatiche associate) ottenendo, con il suo "Amor e baticor", la votazione più alta da parte del pubblico che ha assistito a ben 34 rappresentazioni, di altrettante compagnie amatoriali iscritte al circuito della Vallagarina. Ha vinto letteralmente a sorpresa, visto che La Nogara non era nemmeno iscritta al concorso ed era stata chiamata dagli organizzatori per sostituire una compagnia che aveva dato forfait all'ultimo momento.

"Eravamo impegnati impegnati in uno spettacolo a Villa Lagarina", racconta Paolo Cracco, presidente dell'associazione tregnaghese e regista con Mario Busti della compagnia, "quando siamo stati contattati dagli organizzatori della vicina Trambileno, una delle 8 località inserite nel circuito della Vallagarina con Ala, Avio, Brentonico ed altri centri della valle. Volevano una nostra esibizione pochi giorni dopo, per sostituire una filodrammatica che non poteva esibirsi. I tempi erano stretti ma comunque abbiamo accettato, senza avere la minima idea di entrare in un concorso. Solo alla fine dello spettacolo, gli organizzatori ci hanno chiamato per prendere visione dei voti attribuiti dal pubblico e ci hanno spiegato di che cosa si trattava, invitandoci a partecipare il 26 marzo alla serata conclusiva e alle premiazioni nell'auditorium di Rovereto".

Qui è arrivata la vera sorpresa: con un punteggio medio di 9,79 su dieci, la Nogara ha riportato l'indice di gradimento più elevato. "Non riuscivamo a crederci", continua Cracco, "l'idea di aver vinto non ci aveva nemmeno sfiorato".

L'anno prossimo La Nogara dovrebbe entrare di diritto nel concorso nazionale Sipario d'oro.

La compagnia teatrale di Cogollo conta oggi una cinquantina di soci impegnati a vario titolo nell'allestimento dello spettacolo. Vuol dire che una buona fetta della popolazione è coinvolta direttamente nel teatro.

Renato Zorzella